Linux: antidle SSH client

May heappen that some of your connectivity provider, will hate your idle ssh connection, and so will drop down your connection.

This is not a big issue in most cases, the solution will be redo the login and go on from where we had arrived before timout (think about an ecommerce page), but think what can heappen if you connection will go down, and you’re not using a program like “screen” to let your upgrade finish.

 

To avoid this problems, we can configure our ssh config file for your user, to enable the anti-idle for ssh sessions.

So we start editing the files as follow

cd
nano .ssh/config

Now we can add the following parameters

ServerAliveInterval 60
ServerAliveCountMax 1440

Now we had setup our anti-idle how will avoid our provider to drop down the ssh connections.

 

Author: Matteo Temporini

Nato nel 1979 a Udine (Italia), ho conseguito il diploma di scuola superiore come Programmatore. Ho proseguito gli studi ottenendo nel 2006 la Laurea in Informatica, presso l'università degli studi di Udine. Da sempre appassionato al mondo del Web, ho maturato un esperienza decennale come sistemista Linux e Windows presso varie aziende. Quello che state leggendo su questo sito è frutto della mia esperienza diretta, che continua a crescere grazie ad amici e colleghi.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per postare il commento, risolvi il quesito sottostante * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Può capitare che il nostro provider di connettività, non gradisca molto i collegamenti SSH che non ricevono input da un po’ di tempo, e così ha impostato di chiudere le connessioni che stanno per troppo tempo in idle, mandandole in timeout.

Questo nella maggior parte dei casi, non è un grosso problema, basta rieffettuare il login e ripartire da dove si era arrivati (pensate a una pagina web di un ecommerce che va in timeout), ma pensate se questa cosa vi capita che so, mentre state facendo l’aggiornamento di un server, a metà installazione vi butta fuori.

In questo caso, a meno che non utilizziate soluzioni come “screen”, potrebbe causarvi non pochi problemi (aggiornamenti interrotti a metà, file non scaricati, file di configurazione troncati).

Per evitare questi problemi possiamo semplicemente modificate il file di configurazione ssh presente nella nostra home directory, editiamo quindi il seguente file presente nella directory principlae del nostro utente

cd
nano .ssh/config

A questi punto aggiungiamo i seguenti parametri

ServerAliveInterval 60
ServerAliveCountMax 1440

Ora abbiamo settato un semplice anti-idle che dovrebbe impedire al nostro provider di rilevare l’inattività e far cadere la connessione

Author: Matteo Temporini

Nato nel 1979 a Udine (Italia), ho conseguito il diploma di scuola superiore come Programmatore. Ho proseguito gli studi ottenendo nel 2006 la Laurea in Informatica, presso l'università degli studi di Udine. Da sempre appassionato al mondo del Web, ho maturato un esperienza decennale come sistemista Linux e Windows presso varie aziende. Quello che state leggendo su questo sito è frutto della mia esperienza diretta, che continua a crescere grazie ad amici e colleghi.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per postare il commento, risolvi il quesito sottostante * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove