Cosa fare subito dopo aver installato windows seven

Vi elenco una serie di operazioni che faccio sempre non appena installato un windows seven ex-novo, per eseguire le operazioni basilari senza necessariamente dovervi appoggiare ad un tecnico.

Le operazioni da eseguire una volta installato windows seven sono elencate di seguito:

 

Tuning del desktop

Per prima cosa alleggeriamo un po’ il desktop di windows Seven, che tanto è bello quanto pesante. Procediamo con i seguenti passi.

– Tasto destro sul Desktop -> Personalizza e selezioniamo “Temi di base e contrasto elevato”. Io personalmente utilizzo sempre il tema più scarno di tutti “Windows Classico” o, se proprio volete, usate “Windows seven Basic”.

– Sempre dal menu di personalizzazione, alla vostra sinistra schiacciate su “Cambia Icone sul desktop”, spuntate “Computer” e date “ok”.

Tuning barra delle applicazioni

Non so voi ma io con la barra delle applicazioni di default non mi ci trovo proprio, mi mancano un po’ di cose tipo: avvio veloce delle applicazioni, show desktop e qualche altra amenità.

Procediamo quindi con i seguenti passi:

– Per prima cosa fate tasto destro sulle icone che vedete e con il tasto destro selezionate Unpin, questo le rimuoverà dalla barra

– Ora tasto destro sulla barra delle applicazioni e selezioniamo “Proprietà”. A questo punto mettiamo la spunta su “Usa Icone Piccole” e “Pulsanti della barra delle applicazioni” mettete sulla voce “Non combinare”

– Ora tasto destro sulla barra delle applicazioni e togliamo la spunta su “Blocca barra delle applicazioni”. Aggiungiamo ora una nuova barra, premiamo tasto destro sulla barra delle applicazioni -> Barra degli strumenti -> Nuova barra degli strumenti e cerchiamo il seguente percorso C:\Users\USERNAME\AppData\Roaming\Microsoft\Internet Explorer\Quick Launch dove USERNAME è il vostro nome utente su windows, non dovrete selezionare alcun file, basterà solamente raggiungere il percorso e premere “Seleziona Cartella”

– Spostate la nuova barra delle applicazioni tutta a sinistra e di conseguenza allineate l’altra barra che avete in modo da ottenere la visuale che meglio preferite

– Ora tasto destro sulla scritta Quick Launch e togliete la spunta “Mostra Testo” e “Mostra Titolo”, in tal modo la visualizzazione sarà più compatta

– Eliminate a piacimento l’icona con le finestre multiple “Passa da una finestra all’altra”, a me sinceramente non piace …

Tuning Performance

Per ottimizzare un po’ le performance del sistema fate tasto destro sull’icona Computer sul desktop e poi Proprietà. Selezionate ora “Impostazioni di sistema avanzate” e successivamente Prestazioni -> Impostazioni. Qui scegliete la voce “Regola in modo da ottenere le prestazioni migliori”. Date “ok” e chiudete.

 

Installazione windows seven SP1

Per prima cosa una volta effettuata l’installazione di windows seven, dobbiamo assicurarci che la versione installata sia dotata del Service Pack 1.

Per fare questo facciamo tasto destro su Computer sul desktop e sulla schermata che si apre cerchiamo la dicitura “Service Pack 1”.

Se ce l’avete potete passare al paragrafo successivo, altrimenti dovrete scaricare il service pack 1 per windows Seven che vi linko di seguito. Scegliete la versione a 32 o 64 bit in base alla vostra installazione (sempre dalla schermata di cui sopra potrete vedere la versione del sistema operativo, in base che troviate la dicitura 32 bit o 64 bit)

Windows Seven Service Pack 1 32-bit

Windows Seven Service Pack 1 64-bit

L’installazione è molto semplice, una volta scaricato il file, chiudete tutte le applicazioni, selezionando sempre avanti o si, e attendete. Se volete una volta lanciata l’installazione con la progress bar potete pure andare a farvi un giro. L’installazione dura dai 15 ai 45 minuti e riavvierà automaticamente il sistema (a meno che non abbiate tolto la spunta durante l’install).

 

Installare un antivirus

Consiglio vivamente di installare un antivirus: prima muraglia da superare per eventuali malintenzionati.

Io vi consiglio l’acquisto di Kaspersky Antivirus, non si tratta di un antivirus gratuito ma con una spesa annua di 39,95 euro potete proteggere fino a 3 pc.

Se però, come me, siete un po’ tirchi ci sono buone soluzioni gratuite, fra queste vi consiglio AVG oppure Avast. Ve ne sono anche altri reperibili online ma solitamente per le versioni free uso una delle due sopra.

Applicazioni

Prossimamente vi darò alcuni consigli sulle applicazioni che potete utilizzare gratuitamente per effettuare le operazioni di ordinaria amministrazione.

Author: Matteo Temporini

Nato nel 1979 a Udine (Italia), ho conseguito il diploma di scuola superiore come Programmatore. Ho proseguito gli studi ottenendo nel 2006 la Laurea in Informatica, presso l'università degli studi di Udine. Da sempre appassionato al mondo del Web, ho maturato un esperienza decennale come sistemista Linux e Windows presso varie aziende. Quello che state leggendo su questo sito è frutto della mia esperienza diretta, che continua a crescere grazie ad amici e colleghi.

Share This Post On

3 Comments

  1. Io di solito abilito anche gli ‘Elementi recenti’, che nell’installazione pulita sono disabilitati. Attenzione anche all’opzione ‘Regola in modo da ottenere le prestazioni migliori’ che, in alcuni casi, può portare a problemi di visualizzazione delle finestre (finestre/barre con fondo nero).

  2. io in genere creo anche una cartella C:\Temp\Utente e C:\Temp\Windows e cambio le impostazioni delle cartelle temporanee dell’utente e di Windows facendole puntare a queste. Lo stesso per IE, C:\Temp\IE-Temp. In questo modo so sempre dove sono tutti (quasi) i miei file temporanei.
    Poi splitto il disco in due partizioni e sulla secondo creo una cartella col nome dell’utente e li dentro sposto le cartelle Documenti, Immagini, ecc… modificando i link di Windows Explorer per farli puntare queste cartelle. In questo modo se devo fare il backup dei dati è un po’ più semplice sapere dove andare a trovare quello che mi serve.
    E per non rubare spazio nella barra… uso la “linguettina” all’estrema destra della barra applicazioni per accedere al desktop. Non c’è bisogno di rimettere il vecchio “Mostra desktop”.

  3. Grazie ragazzi per le informazioni aggiuntive.

    Potrei aggiungere come consiglio durante l’installazione di seven di creare due partizioni una di sistema da 100GB e il resto per i dati, di modo che se dovete formattare per qualche motivo, i dati sono al sicuro.

    Fate ovviamente i backup.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per postare il commento, risolvi il quesito sottostante * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove