Come aggiornare ISPconfig in una configurazione cluster con 2 nodi

In questo articolo vederemo come effettuare l’aggiornamento di ISPConfig da una versione ad una successiva, in una configurazione in cluster Master-Slave.

Nel nostro esempio i due server sono i seguenti

Master: cluster01 192.168.1.244

Slave: cluster02 192.168.1.243

Questa procedura è stata eseguita su Ubuntu, ma dovrebbe funzionare tranquillamente su tutti i sistemi dotati di ISPConfig 3.x

 

Operazioni da fare sul master

Dalla console del master 192.168.1.244 lanciate

[email protected]:~# ispconfig_update.sh

Tutti i default vanno bene (controllate se vi vengono chieste delle password), dovete fare solo molta attenzione alla domanda

Reconfigure Permissions in master database? (yes,no) [no]:

Nel caso del master dovete lasciare il default, quindi “no”.

 

Operazioni sullo slave

Analoghe alle operazioni del master quindi lanciamo

[email protected]:~# ispconfig_update.sh

i default vanno tutti bene, l’unico accorgimento è alla richiesta
Reconfigure Permissions in master database? (yes,no) [no]:
In questo caso dovete dire “yes”,

Post installazione

A questo punto collegatevi al master ed eseguite il comando

scp -p /usr/local/ispconfig/interface/lib/config.inc.php [email protected]:/usr/local/ispconfig/interface/lib/config.inc.php

 

Controlli corretto funzionamento

Loggatevi come admin ad entrambi i portali con utente “admin” e vedete se vi da problemi, come ulteriore test, provare a creare un dominio e vedete se si replica sull’altro server.

Author: Matteo Temporini

Nato nel 1979 a Udine (Italia), ho conseguito il diploma di scuola superiore come Programmatore. Ho proseguito gli studi ottenendo nel 2006 la Laurea in Informatica, presso l'università degli studi di Udine. Da sempre appassionato al mondo del Web, ho maturato un esperienza decennale come sistemista Linux e Windows presso varie aziende. Quello che state leggendo su questo sito è frutto della mia esperienza diretta, che continua a crescere grazie ad amici e colleghi.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per postare il commento, risolvi il quesito sottostante * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.